27 anni

SILVIA

Ai miei polpastrelli

Seduta mani nelle mani,

sotto i balconi che cadono biscotti,

con l’aria che ha pianto di bambini al ricordo di mio padre

negli occhi, il quadrato di sole verde.

E mi tocco le mani.

Perché non passo più tempo, a toccarmi le mani?

Sfrego i polpastrelli tra loro, nella stessa mano, poi l’una con l’altra.

E poi dall’alto è acqua

il viso fa percorso a ritroso per ritrovarla:

la goccia, viene da vestiti appesi e stesi e lavati con le stesse mani che ora tengo sulle gambe e

le guardo, mentre i polpastrelli si sfregano l’uno sull’altro,

sensazione dolcissima

Silvia
27 anni
(Laboratorio Cuqu)

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy.